venerdì 13 maggio 2016

Recensione: Drow di Simon Rowd



Questi occhi mi mettono un po' impressione.
Ma è meglio questa copertina che
quella del secondo libro ^-^



Per Eric Arden il buio non esiste. Non è mai esistito. I suoi occhi vedono nell'oscurità come in pieno giorno. Un potere oscuro e inquietante, di cui non conosce l'origine. Eppure è qualcos'altro e spaventarlo: un istinto aggressivo che non riesce a dominare, legato in qualche modo all'incubo che tormenta le sue notti. Una visione oscura da un passato ignoto, parte di un segreto che da sempre porta dentro di sé. Quando, al campus dell'università, i suoi occhi incrociano lo sguardo dolce e sensuale di Sophie, si scatena un'attrazione travolgente che nemmeno una guerra invisibile tra razze secolari riuscirà ad arrestare. Davanti a Eric si schiuderanno le porte di un mondo sconosciuto. Un mondo cui scopre, suo malgrado, di appartenere e che lo trascinerà di fronte alla scelta più difficile che abbia mai dovuto affrontare: assecondare la sua vera natura o combatterla per la ragazza che ama.

L'OPINIONE DI BELLE

Avevo iniziato questo libro un anno fa, poi purtroppo l'ho lasciato stare e me ne sono pentita. A quest'ora potevo leggere il secondo. Devo contenermi per un po' a fare acquisti, ma credo che sarà impossibile xD
Quando ho iniziato da capo la storia ero emozionata di poter leggere finalmente la storia di una creatura fantastica diversa dalle solite. C'è veramente originalità nella storia, a partire dalla natura di Eric, dal mischiare in un solo libro tutti i generi che mi piacciono, urban fantasty/thriller/romance. Una combinazione perfetta. La lettura è stata abbastanza scorrevole, l'ho letto di sera nonostante fossi stanca eppure mi ha catturata subito. Di solito non leggo libri i cui autori sono italiani .Il motivo è semplice, perché non trovavo mai una storia scritta da un'italiano o italiana che mi catturasse, o che avesse un senso logico. Simon Rowd, è stato veramente bravo in questa sua opera.
Il protagonista ,Eric mi ha incuriosita molto. Il voler sapere di più sul suo passato, su cos'è veramente mi ha tenuta incollata per un intera serata. Finalmente ho finito di leggero oggi.
Ammetto però che ci sono stati momenti un po' morti, ma si è ripreso in colpi di scena che non mancano. L'aspetto romantico della storia non è eccessivo e neanche inesistente, non ci si trova davanti una storia d'amore tipo quella del Titanic, ma è posata. Eric e Sophie scoprono questo sentimento come se fosse la prima volta , quindi è quell'amore dolce anche divertente. Sophie prende proprio una bella cotta per il taciturno Eric, e se anche lei si innamora all'istante, a me è piaciuto. E' vero che nella realtà non sempre si capisce di essere innamorati al primo incontro, ma secondo me dare troppo spazio alla storia d'amore avrebbe rovinato l'intero libro. 
I personaggi sono ben caratterizzati, l'ambientazione anche, con quel tono un po' dark che mi piace, seguito dal suspance del thriller. E' stata davvero una novità fantasy questo libro. 
Fa venire voglia di sapere come finisce. Ha un finale, che un po' avevo previsto, ma mi ha lasciata sorpresa lo stesso.Lo consiglio a chi ama il genere urban fantasy e che è stanco delle solite creature fantastiche.
Una pecca però l'ho trovata, ma sicuramente solo io potevo trovare il pelo nell'uovo in questo libro. La casa editrice ha scelto una copertina che a me fa veramente impressione. Probabilmente è una mia fissa e gli altri la trovano spettacolare. Che posso farci? Sono fatta così ^-^


Nessun commento :

Posta un commento