domenica 11 dicembre 2016

Recensione: Todo, todo di Nicola Yoon





Titolo: Todo, todo 
Titolo originale:  Everything, everything 
Autore:  Nicola Yoon 
Editore: SM (23 settembre 2015) SPAGNA
Pagine: 320
Prezzo: 13,78

Madeline è allergia al mondo esteriore. è così allergica che, infatti, non è mai
uscita di casa in 17 anni. Non le è neanche passato nella testa, fino a quando il ragazzo
dagli occhi azzurri non si trasferisce nella casa accanto.
Che cosa avrà di tanto speciale Olly?
Cosa dovrà fare Olly per far vacillare la realtà di Madeline?


RECENSIONE

Cercando qualche nuova storia young adult su goodreads, mi sono imbattuta in Everything, everything. Non potendomi buttare sul libro in inglese ho optato nel acquistare l’edizione spagnola, che è rimasta nella mia libreria a fare la muffa. Mi sono decisa di leggere Todo, Todo qualche tempo fa dopo aver visto sempre su goodreads che Nicola Yoon ha pubblicato recentemente il suo nuovo libro (che tra l’altro aspetto con ansia la pubblicazione in Spagna). La copertina spagnola non è certo bella quanto quella originale, forse leggermente infantile per i miei gusti, ma non è male.
La storia è molto particolare. La protagonista, Madeline durante i suoi 17 anni non è mai uscita di casa. Questo perché è allergica al mondo, ha una malattia che non le permette di uscire di casa.
La sua malattia è così rara quanto famosa. Immunodeficienza combinata, una malattia del sistema immunitario.
Nessuno sa cosa fa attivare l'allergia o iperesensibilità di Madeline. La causa potrebbe essere qualsiasi cosa.
Nonostante la sua situazione, Madeline, sembra essere felice nelle quattro mura della sua stanza, dove ha creato un mondo tutto suo.
Tutto, però cambia quando nella casa accanto alla sua si trasferisce una nuova famiglia. E quando vede il figlio dei nuovi vicini non può non essere curiosa di lui: Olly, un ragazzo un po' strano ma bellissimo e dagli occhi azzurri, che farà crescere in Madeline il desiderio di conoscere il mondo esterno, di essere una comune ragazza come le altre della sua età. 
Madeline e Olly iniziano a comunicare tra di loro in vari modi, dalle conversazioni via messaggi e email,  ai disegni sulle finestre, fino a quando si rendono conto che tra di loro sta nascendo qualcosa, e non possono più accontentarsi di parlare soltanto tramite un computer: vogliono di più, vogliono vedersi. Entrambi devono decidere se vale la pena assecondare i sentimenti che provano e quindi correre dei rischi. Per Madeline inizia una vera crescita come donna. Innamorarsi di qualcuno, sentire le farfalle nello stomaco solo per quella persona, parlare con lui tutta la notte in segreto, e custodire quel segreto come se fosse un tesoro.


Forse non siamo in grado di prevedere tutto, ma possiamo prevedere alcune cose. Per esempio, sono sicura che mi sto innamorando di Olly. 
E sono quasi certa che sarà una catastrofe. 


I personaggi, anche se pochi, bastano per rendere la storia divertente e interessante. In particolare Clara, l’infermiera che si prende cura di Madeline sin da quando era una bambina, che per lei è la sua unica amica. Madeline invece è un personaggio particolare. La sua vita è particolare. Ha vissuto praticamente rinchiusa, non può uscire fuori e avere una vita normale come le ragazze della sua età. Ma grazie a questo ha trovato un’unica amica, la sua infermiera. Apparentemente Madeline è felice, vive nell'ignoranza, non sapendo cosa c’è fuori nel mondo. Quando incontra Olly, vuole scoprire il mondo reale di cui ha letto nei libri, che sono come una finestra tra lei e il mondo esterno.


Olly è davanti a me, stupito. Poggio le mie labbra sulle sue senza dire nulla.
In un primo momento resiste, rigido e perplesso, poi ad un tratto smette di farlo.


Olly è diventato il mio personaggio preferito, nonostante sia un normalissimo ragazzo, bello e con la battuta pronta, ma che vive anche lui una situazione difficile, senza però perdere il sorriso e la voglia di vivere e soprattutto il bisogno di proteggere Madeline a tutti costi. Avrei voluto leggere qualcos'altro su di lui. Forse se il libro fosse stato scritto in pov alternati sarebbe stato più bello entrare nella mente del protagonista maschile. Ma questa storia mi è piaciuta così com'è. Non cambierei nulla a parte qualcosa sul finale. 
Sul finale del libro mi sono trovata un po’ confusa, forse l’autrice avrebbe potuto allungarlo di qualche capitolo, ma mi ha comunque sorpresa e l’ultima pagina è stata veramente tenera.
Questo romanzo è stato una bella scoperta, divertente, tenero e molto piacevole. Avrei voluto un finale più lungo, ma tutto sommato è finito come doveva finire.


Olly tira fuori le mani dalle tasche, afferra il libro, lo apre alla prima pagina e legge. Sul suo viso si disegna un lento sorriso. Inizia a saltare quasi impercettibile sulle punte. Lascio il mio nascondiglio e cammino lungo il corridoio.Lui mi offre un sorriso per cui vale la pena vivere.
-Ho trovato il tuo libro- mi dice.


L’edizione di questo libro è bellissima, dai titoli dei capitoli, alla loro brevità e soprattutto ciò che mi è piaciuto di più: le illustrazioni.
Sì, all'interno del libro ci sono delle illustrazioni che mi fanno pensare a una specie di diario di Madeline. Ci sono chat, biglietti, ricevute degli acquisti, spoiler dei libri. Il tutto come se fosse appunto un diario.
Consiglio vivamente la lettura di questo romanzo, perché merita davvero. E’ un romanzo che fa ridere, piangere, sognare (sono rimasta folgorata da Olly ^^).
Aspetto con ansia di poter leggere il secondo romanzo dell’autrice. Sarà emozionante più di Everything, everything, ne sono sicura. 

L'amore vale tutto. Tutto, tutto. 

Nessun commento :

Posta un commento